Dalle regioni
Concluso a Napoli il Master in diritto tributario internazionale

Con la cerimonia di consegna delle pergamene si è conclusa ieri, 23 febbraio, presso la sala conferenze dell'ufficio di Napoli 2, la prima edizione del Master in diritto tributario internazionale organizzato dalla facoltà di Economia della II Università di Napoli, in collaborazione con la direzione regionale delle Entrate in Campania, la Scuola superiore di Economia e Finanze, la Guardia di finanza e l'Ordine dei dottori commercialisti di Napoli.

Al percorso specialistico di secondo livello, hanno partecipato giovani laureati, funzionari dell'Agenzia delle entrate della direzione regionale della Campania, commercialisti e ufficiali della Guardia di finanza.
Nove dei trentasei partecipanti hanno realizzato lo stage conclusivo del percorso formativo presso gli uffici della direzione regionale della Campania. Per ciascun settore, i dirigenti della struttura hanno fornito un quadro delle competenze e delle problematiche connesse agli argomenti oggetto del percorso formativo.

La cerimonia di consegna delle pergamene, coordinata da Mario Foglia, dirigente dell'Area di staff per le attività di comunicazione, e presieduta da Manlio Ingrosso, direttore del Master, è stata contrassegnata dagli interventi di Filippo Orlandi, direttore regionale, di Gianfranco Ferranti, capo del dipartimento di Scienze economiche e tributarie della Ssef, del generale Vito Bardi, comandante regionale della Guardia di finanza, di Vincenzo Moretta, vice presidente dell'Ordine dei dottori commercialisti di Napoli. Tra gli illustri ospiti presenti, sono intervenuti il generale di Corpo d'armata Giovanni Mariella, i professori Andrea Amatucci e Raffaele Perrone Capano, e il procuratore capo della Repubblica di Napoli, Giandomenico Lepore.

Unanime la convinzione di tutti gli intervenuti che la formazione debba essere integrata, cioè frutto dello scambio delle esperienze e professionalità maturate nei diversi settori. Solo il raccordo tra lo studio e la pratica operativa consente di adottare soluzioni sempre più adeguate a un mondo economico in continua trasformazione perché rispondente a regole globali. Le professioni fiscali devono proiettarsi in questa logica della formazione continua per poter far fronte alle necessità del mercato. Tale è stato l'obiettivo del Master.

Formare tributaristi di alta qualificazione in grado di operare in campo nazionale e internazionale, è, quindi, un importante passo verso un sistema integrato tra il mondo del lavoro e quello dell'alta formazione universitaria. Questo è l'orientamento degli studiosi presenti (i professori Ingrosso, Amatucci, Ferranti, Perrone Capano), ma anche dei rappresentanti delle Istituzioni (generale CdA Mariella, generale Bardi, procuratore capo della Repubblica Lepore) nonché delle professioni (Moretta). Lo scambio della cultura, teorica e pratica, costituisce un momento di confronto necessario nel mondo del lavoro, soprattutto grazie all'apporto della tecnologia che conferisce valore aggiunto e velocità di scambio alle diverse esperienze.

Il direttore Orlandi, in particolare, ha sottolineato l'importanza della sinergia tra le Istituzioni presenti sul territorio, per rispondere alla domanda professionale. Ed è proprio nell'ottica di una crescente integrazione delle esperienze formative, rivolte all'interno e all'esterno dell'Amministrazione, che la direzione regionale della Campania, facendo proprio l'obiettivo strategico della formazione fissato dall'Agenzia delle entrate, ha allestito un Centro integrato della formazione: un sistema di sedici sale distribuite sul territorio regionale e raccordate tra loro per la realizzazione di videoconferenze, corsi di formazione, tavole rotonde, eccetera.
Infine, il direttore Orlandi, considerato il successo di questa edizione del Master, ha anticipato la notizia del rinnovo dell'accordo per una seconda edizione del corso specialistico.



pubblicato Venerdì 24 Febbraio 2006

I più letti

disegno ape che guarda con lente un pagina con su libro scritto Isee
Mancano ormai pochi giorni all’entrata in vigore della normativa che, archiviando le precedenti regole, dà spazio alla diversificazione delle situazioni e delle prestazioni
testo alternativo per immagine
I contribuenti possono continuare a effettuare la trasmissione dei dati all’Agenzia delle Entrate, relativa agli scambi commerciali, sulla base delle previgenti cadenze
testo alternativo per immagine
Il contribuente, per superare la presunzione legale relativa, deve adeguatamente dimostrare che le somme movimentate sono state impiegate per operazioni non imponibili
testo alternativo per immagine
Tra le novità, l’introduzione della procedura di collaborazione volontaria nazionale per tutti i residenti. Sono sanabili le violazioni commesse fino al 30 settembre 2014
testo alternativo per immagine
Entro le 14,50 del prossimo 31 dicembre le banche, gli uffici postali e gli agenti della riscossione devono procedere al trasferimento nelle casse statali delle somme riscosse
mezza mela
La modifica non è automatica, ma è conseguente all’andamento del rendimento medio dei titoli di Stato e del tasso di inflazione annuo e va sancita con decreto ministeriale
immagine
Le dichiarazioni possono essere presentate direttamente dagli operatori interessati , se abilitati ai servizi telematici Entratel o Fisconline, oppure tramite intermediari incaricati
testo alternativo per immagine
In Gazzetta il provvedimento che rinvia il pagamento del tributo al 26 gennaio prossimo, decisione preannunciata qualche giorno fa con comunicato stampa di Palazzo Chigi
testo alternativo per immagine
Il comitato di gestione dell’Agenzia delle Entrate ha dato il via libera agli avvicendamenti dei vertici, più un incarico strategico, che interesseranno alcune direzioni regionali
testo alternativo per immagine
Tra le novità, l’introduzione della procedura di collaborazione volontaria nazionale per tutti i residenti. Sono sanabili le violazioni commesse fino al 30 settembre 2014
testo alternativo per immagine
In evidenza: meno informazioni negli elenchi riepilogativi Intrastat, operazioni black list da comunicare una sola volta all’anno, immediata l’iscrizione alla banca dati Vies
ciak
Tra le altre: niente dichiarazione di successione per eredità fino a 100mila euro, via la comunicazione per lavori energetici “pluriennali”, rimborsi Iva con meno vincoli
IMU
I proprietari delle aree non più esonerate dal pagamento dovranno versare l’imposta municipale propria, per il 2014, in un’unica soluzione, entro martedì 16 dicembre
immagine
Le dichiarazioni possono essere presentate direttamente dagli operatori interessati , se abilitati ai servizi telematici Entratel o Fisconline, oppure tramite intermediari incaricati
testo alternativo per immagine
A seconda della scelta effettuata dal contribuente (accettazione o modifica, in modo autonomo o delegando altri soggetti), è previsto un diverso iter dei controlli documentali