In Parlamento

Sprint finale per lo Sblocca Italia

Camera
Fervono i lavori, in Assemblea a Montecitorio, per l'approvazione della conversione del decreto Sblocca Italia. Dopo l'approvazione della fiducia, posta dal Governo sul testo uscito dalle Commissioni, il voto finale è atteso per giovedì.
Il provvedimento dovrà poi tornare al Senato per l'approvazione definitiva, prima del termine di scadenza che è il prossimo 11 novembre.
Per gli appuntamenti fissi è programmato in Aula il question time alle 15 di mercoledì, con la diretta tv sulle reti Rai e sulla web-tv della Camera. Venerdì 31 ci saranno le interpellanze urgenti.

Parte intanto in V Commissione Bilancio l'iter della legge di Stabilità 2015. Già martedì, in apertura dei lavori della settimana, la Commissione dovrebbe esprimere il parere al presidente della Camera per la verifica del contenuto del disegno di legge.
Proseguiranno da martedì anche altri esami che riguardano la materia tributaria. Per i rilievi alla VI Finanze saranno discussi i due schemi di decreto legislativo collegati alla delega fiscale: le semplificazioni fiscali e dichiarazione dei redditi precompilata (Atto 99-bis); la composizione, le attribuzioni e il funzionamento delle Commissioni censuarie, delegate alla revisione delle rendite e dei valori catastali (atto n.100).
In sede referente la V Bilancio esaminerà, infine, la proposta di legge sull'introduzione del divieto di utilizzo della quota dell'otto per mille assegnata allo Stato, per la copertura finanziaria delle leggi che comportino nuovi o maggiori oneri o minori entrate.

Per la VI Finanze il calendario settimanale si apre con la convocazione a Commissioni riunite con la X Attività produttive. In questa sede, nell'ambito della discussione delle risoluzioni (7-391, 7-433 e 7-465) sulla revisione dell'obbligo di accettare pagamenti mediante carte di debito, sarà ascoltata l'audizione di rappresentanti della Federazione italiana tabaccai.
A seguire la Commissione esaminerà, per il parere alla III Affari esteri, la ratifica ed esecuzione dell'Accordo tra l'Italia e le Isole Cayman sullo scambio di informazioni in materia fiscale. La giornata si chiuderà con un incontro dedicato all'indagine conoscitiva sulla fiscalità nell'economia digitale.
Mercoledì continuerà la discussione delle risoluzioni:
  • 7-427, riordino della riscossione coattiva
  • 7-452, stabilizzazione e rafforzamento degli incentivi fiscali per il rientro dei lavoratori in Italia
  • 7-466, definizione di una disciplina organica del regime fiscale delle locazioni brevi.
Giovedì alle 13,30 si svolgeranno, sempre in VI, le interrogazioni a risposta immediata su questioni di competenza del ministero dell'Economia e delle Finanze.

Sono programmate audizioni anche nelle Commissioni parlamentari bicamerali, a Palazzo San Macuto, che si occupano di fisco. In quella per l'attuazione del federalismo fiscale sarà ascoltato l'ex ministro delle Finanze Franco Gallo, su federalismo e vincolo del pareggio di bilancio. Nella Commissione di vigilanza sull'Anagrafe tributaria riferiranno i rappresentanti del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili. In questo caso l'argomento sarà: prospettive di razionalizzazione delle banche dati pubbliche in materia economica e finanziaria: potenzialità e criticità del sistema di contrasto all'evasione fiscale.

Senato
In Aula a Palazzo Madama non sono previste, questa settimana, discussioni di provvedimenti che riguardano la materia tributaria.

Anche nel programma delle Commissioni del Senato non abbonda il fisco.
In 5ª Commissione Bilancio è prevista la discussione, tra le altre, del disegno di legge sul regime fiscale speciale tra Italia e Taiwan e il prosieguo dell'esame del disegno di legge sulla competitività del settore agricolo (credito d'imposta per la realizzazione e l'ampliamento di reti e infrastrutture logistiche e distributive, che favoriscono la penetrazione commerciale dei prodotti agricoli o agroalimentari di qualità al di fuori del territorio nazionale).

Rimane da segnalare l'inizio della discussione, in 6ª Commissione Finanze e tesoro, del Rapporto sulla realizzazione delle strategie di contrasto all'evasione fiscale, sui risultati conseguiti nel 2013 e nell'anno in corso (n. 389).
Lunedì 27 Ottobre 2014